I bambini rischiano di diventare insensibili alla pornografia

2016-06-15

La National Society for the Prevention of Cruelty to Children (NSPCC) nel Regno Unito ha condotto una ricerca su oltre un migliaio di ragazzi tra gli 11 e i 16 anni verificando che almeno la metà di loro aveva avuto accesso a pornografia. Tra quelli maggiori di 14 anni, la percentuale è del 94%. Nella maggior parte dei casi il primo accesso è stato casuale o provocato da altri.

Una ragazza di 13 anni ha dichiarato: "Finisce per far sì che un ragazzo non cerchi più l'amore ma solamente il sesso, facendo pressioni su noi ragazze per comportarci in modi per i quali non siamo ancora pronte". Un'altra ha detto: "Alcuni dei miei amici hanno usato la pornografia in rete come guida sessuale e in questo modo hanno acquisito un'immagine sbagliata delle relazioni umane".

La maggior parte dei maschi ha invece un atteggiamento "positivo" verso la pornografia in rete e non la vede come uno sfruttamento o umiliazione delle donne. 

Fonte della notizia: