Biblioteca di casa: il metodo di navigazione web più sicuro per i bambini

Avere una "biblioteca di casa" (walled garden) significa navigare esclusivamente sui siti scelti secondo un criterio opportuno (in questo elenco c'è un esempio) adatto all'età dei navigatori su Internet. È un'impostazione pedagogica positiva: costruire la formazione dei propri figli o alunni, evitando di abbandonarli nel mare delle informazioni (e delle deformazioni). Non ha infatti molto senso dire a un bambino: "Va' a studiare la storia nella Biblioteca Nazionale". Gli si dà invece un libro adatto alla sua capacità di comprensione. Purtroppo su Internet spesso si lanciano i bambini a "cercare" senza limiti, senza insegnare loro a valutare l'affidabilità di quanto trova.

Windows 10

Da novembre 2016 è possibile impostare la "biblioteca di casa", attivando l'opzione "Visualizza solo i siti web nell'elenco dei siti consentiti" nel profilo creato nella configurazione Family come specificato da Microsoft nella pagina informativa.

In alternativa, soprattutto se si hanno versioni precedenti di Windows, si può installare un programma aggiuntivo come Qustodio bloccando tutte le categorie e impostando a NO "Autorizza l'accesso ai siti web sconosciuti"; nella sezione "Impostazione siti web" aggiungere i siti desiderati con la scelta "Permetti".

Mac OS X

La gestione degli utenti permette di associarli ai "Controlli Parentali" tramite il quale si possono limitare le applicazioni che il bambino può eseguire, gli orari di navigazione, i siti su cui navigare. Segui le istruzioni per impostare questi controlli nella versione OS X Yosemite: nella sezione Web della finestra Controlli Parentali, scegli "Consenti l'accesso solo a questi siti web" aggiungendo e togliendo ciò che desideri per quel bambino.

Ultimo aggiornamento: 
2017-05-21