Filtro antiporno nei negozi Starbucks

2018-11-30

Dal 2019 nei locali Starbucks non si potrà usare il WiFi per accedere a contenuti pornografici. Mentre l'utilizzo di filtri della navigazione nelle famiglie è in calo, quello nelle aziende cresce per motivi diversi. Nel caso di Starbucks, come già McDonald's dal 2016, si tratta di evitare che molestatori e pedofili approfittino della rete dei bar e fast food shops per le loro attività criminali, cercando di restare anonimi.

Fonte della notizia: